Alimentazione sana: 4 consigli

alimentazione sana

L’alimentazione sana non è solo quella che è in grado di farti perdere peso o farti rimanere in forma. Ma è anche quella che ti permette di evitare un certo numero di patologie.

Rifugiarsi in un’alimentazione che non è sana mette a rischio la salute dell’organismo che potrebbe sviluppare patologie come il diabete mellito, oltre a malattie cardiovascolari, l’aumento del colesterolo nel sangue. Ecco per quale motivo la sana alimentazione è indispensabile per una vita equilibrata.

Sicuramente consigliata sia dagli esperti che non, l’alimentazione sana permette di rimanere in perfetta salute, oltre che in perfetta forma. Ma tu sei sicuro di conoscere le linee guida per una sana alimentazione?

Sappi che cercheremo noi di fornirtele.

Tieni sotto controllo il tuo peso

Per poter comprendere l’importanza dell’alimentazione sana devi innanzitutto tenere sotto controllo il tuo peso. Ti sembrerà strano, ma solo riuscendo a comprendere a che punto sei e a che punto cui arrivare, può darti il vero valore dell’alimentazione sana e corretta.

Ciò che devi avere sotto stretto controllo è l’Indice di Massa Corporea. Come dici? Non sai di cosa stiamo parlando? Sì, ma mi devi dare tempo per spiegartelo eh.

L’Indice di Massa Corporea è il rapporto tra il peso in chili e l’altezza in metri al quadrato. Tale rapporto ci offre un certo valore, indice della presenza del grasso di troppo nel proprio corpo.

Certo, lo ammettiamo, nel corso del tempo le critiche all’Indice di Massa Corporea non sono certo mancate, perchè non sono pochi gli aspetti che non prende in considerazione. In effetti può succedere che una persona in sovrappeso e una con la massa muscolare particolarmente sviluppata possano avere lo stesso IMC.

Ma resta comunque il valore che meglio rappresenta la fisicità di un individuo. Proprio le carenze dell’Indice di Massa Corporea sono quelle che ci spingono a consigliare di consultare sempre uno specialista e di non ricorrere alle diete fai da te.

Il peso permette di comprendere comunque, se si sta mantenendo un’alimentazione sana e corretta. Certo non è un valore univoco universale, ma comunque particolarmente efficace.

Per avere la certezza di adottare un’alimentazione sana si deve essere nelle percentuali di normopeso. Se così non fosse probabilmente è il momento di modificare le proprie abitudini e scegliere alimenti che offrano una dieta equilibrata.

Se si cerca la certezza che la propria sia un’alimentazione sana, si deve essere in grado di integrare tutti gli alimenti in maniera equilibrata. Ovvio che, come immaginerai, la sola alimentazione non può certo essere sufficiente, occorre anche il movimento fisico, che permetta comunque di smaltire le calorie in eccesso e di sviluppare la massa muscolare.

Scegli fibre e vitamine per una sana alimentazione

Sai di cosa non può fare a meno un’alimentazione sana? Dei carboidrati, sì, proprio quelli che in genere si decide di eliminare dai propri piatti nel momento in cui ci si mette a dieta per perdere peso.

Invece le linee guida per una sana alimentazione ci dicono che i carboidrati sono indispensabili, in quanto si tratta della maggiore fonte di energia del nostro corpo. Certo devono essere consumati nella giusta misura e anche nella maniera corretta.

Cosa intendiamo con questo? Che sono alimenti che contengono carboidrati:

  • cereali;
  • legumi;
  • frutta e verdura.

Gli stessi alimenti contengono anche vitamine, minerali e acidi organici, oltre che proteine che come sai, sono indispensabili per il corpo. Inoltre tanto la frutta quanto i legumi e i cereali sono alimenti che offrono un maggiore senso di sazietà, proprio per questo motivo sono particolarmente indicati per le dieta.

Essi permettendo di rimanere sazi più a lungo, impediscono gli spuntini fuori orario, che non hanno nulla a che fare con l’alimentazione sana. Insomma le linee guida per una sana alimentazione ci dicono che:

  1. è importante introdurre nelle proprie giornate delle quantità maggiori di frutta e di verdura;
  2. allo stesso modo, si deve aumentare l’apporto di legumi;
  3. pane, pasta, cereali e riso non possono mancare;
  4. meglio le farine integrali, fonte di fibre che regolarizzano l’intestino.

 Grassi sì, ma di qualità

Chi lo dice che l’alimentazione sana non abbia bisogno anche di grassi? La quantità di grassi che dovrebbe essere introdotta in una corretta alimentazione dovrebbe essere equilibrata.

Quindi per quel che riguarda la quantità, non possono essere né pochi né tanti, ma inoltre importante è la loro qualità o meglio composizione chimica. Proprio quest’ultima permette ai grassi di avere effetti differenti sullo stato nutrizionale dei grassi. Insomma, è importante non esagerare con i grassi che si utilizzano per i condimenti. Poco olio e pochi grassi per cucinare.

In tale direzione, sono sicuramente molto di aiuto le pentole antiaderente e la scelta di cotture differenti come quelle al vapore. Inoltre niente alimenti fritti nell’alimentazione sana, al burro, preferisci l’olio di oliva.

Introduce nella tua alimentazione sana menù settimanale, molto pesce, oltre alle carni magre. Le uova vanno mangiate 2 volte a settimana e il latte dovrebbe essere almeno parzialmente scremato, fonte di calcio.

Anche i formaggi, sarebbero meglio quelli magri o un consumo in q1uantità minori.

Limita lo zucchero ma anche il sale

  • Glucosio;
  • fruttosio;
  • saccarosio;
  • maltosio;
  • lattosio.

Sono tutti zuccheri semplici contenuti anche in alimenti che non ti aspetteresti, come ad esempio i cereali. A volte il corpo ha proprio il desiderio di sentire un sapore dolce, in quei casi sarebbe meglio evitare i prodotti preconfezionati e scegliere alimenti da forno.

Quest’ultimi in effetti contengono: zuccheri semplici, zuccheri complessi e altri nutrienti. Proprio tale composizione fa di questi alimenti una fonte di energia molto apprezzata.

L’importante è però non esagerare. Quindi si consiglia di evitare sia gli alimenti che le bevande dolci, di quest’ultimi preferire i prodotti da forno italiani.

Infine sarebbe preferibile evitare prodotti come le caramelle e i torroni, veri serbatoi di saccarosio e potenzialmente dannosi per il corpo.

Il sale

Lo stesso discorsa vale per il sale che in genere contiene il sodio. Nel caso in cui il nostro organismo sia in condizioni normali, esso risulta essere in grado, giornalmente di eliminare una certa quantità di sodio.

Ma se tale quantità diviene eccessiva, beh, in quel caso diviene difficile per l’organismo riuscire a mantenere il proprio equilibrio. Quindi il consiglio che si può offrire è quello di ridurre la quantità di sale che si aggiunge agli alimenti.

Se si è abituati a mangiare in maniera particolarmente saporita, allora meglio che la riduzione avvenga in maniera graduale, per non viverla come una sorta di punizione. Il palato si abitua molto facilmente ai cambiamenti.

Quello che ci offrono l linee guida per una sana alimentazione è una sorta di mezzo per rieducare il proprio palato. Questo è anche il motivo per cui l’OMS si è pronunciata, affermando che si consiglia si non aggiungere sale nelle pappe dei bambini almeno fino all’anno di vita.

Per dare sapore ai cibi sarebbe sufficiente imparare ad utilizzare delle erbe aromatiche e le spezie in grado di dare molto sapore. Altro trucco è l’utilizzo del succo di limone e dell’aceto.

I cibi ricchi di sale sono da rilegare a pochi ed isolati utilizzi e durante uno sforzo fisico, meglio reintegrare i liquidi persi con della semplice acqua.

Alimentazione sana; l’importanza dell’idratazione

Le linee guida per una sana alimentazione ci dicono che il nostro organismo si compone per la maggior parte di acqua. Il liquido è indispensabili per permettere al corpo di svolgere i regolari processi fisiologi.

Riuscire a tenere la quantità di acqua presente nel nostro corpo in perfetto equilibrio è molto importante per consentire all0organismo di rimanere in buona salute sia nel breve che ne lungo termine. Quindi, in altre parole possiamo affermare che l’idratazione è indispensabile per il nostro corpo.

Il senso di sete dovrebbe essere sempre assecondato, anzi se possibile sarebbe meglio anticiparlo. Questo è possibile bevendo circa 2 litri di acqua al giorno.

Inoltre è importante tenere bene a mente che anche i più piccoli possono andare incontro a disidratazione. È importante bere frequentemente e in piccole quantità.

Bere lentamente è importante sopratutto nel caso in cui si assumi acqua fredda, in quel caso si rischia di abbattere troppo repentinamente la temperatura dello stomaco e questo potrebbe essere causa di congestioni. In particolar modo per le persone anziane, è importante imparare a bere anche lontano dai pasti.

Altre bevande non possono andare a sostituire l’acqua anche considerando che in genere contengono un certo quantitativo di calorie. Infine è importante bere durante l’attività fisica, per andare a reintegrare i liquidi che si perdono per la sudorazione.

E gli alcolici?

Quindi l’acqua non può essere sostituita da altre bevande, in particolare non può essere sostituita dagli alcolici. Tali bevande si compongono di etanolo, una sostanza che per il corpo è tossica e che viene metabolizzato dal corpo solo perchè lo vuole eliminare.

In altre parole, è possibile affermare che le bevande alcoliche non vengono assorbite perchè possono avere effetti positivi sull’organismo. Esse sono nemiche del benessere.

Ecco per quale motivo il consumo dovrebbe avvenire in quantità limitate. A maggior ragione, questo vale perchè l’alcool apporta all’organismo una certa quantità di calorie.

Per limitare i danni che una bevanda alcolica può provocare al corpo, si consiglia di consumarla solo a stomaco pieno. Sarebbe poi opportuno scegliere le bevande che abbiano un tasso alcolico ridotto come sono il vino e la birra.

Non utilizzare le bevande alcoliche per dissetarti, perchè non sono certo efficaci. L’alcool dovrebbe essere sempre consumato in misura moderata, poi ci sono casi in cui non andrebbe proprio ingerto e questo è:

  • nelle dell’infanzia;
  • in adolescenza;
  • gravidanza;
  • quando si assumono taluni medicinali.

Infine, sarebbe opportuno evitare il consumo di alcool nel caso in cui si versi in una situazione di sovrappeso piuttosto grave.

Alimentazione sana menù settimanale: varia la tua alimentazione

Come dici? Eri alla ricerca di un alimentazione sana menù settimanale? Ci dispiace molto deluderti ma, non te lo possiamo proprio fornire.

Perchè no? Semplicissimo, perchè in fondo ognuno ha i propri gusti e non ci sembra corretto offrire una dieta specifica da seguire, anche considerando che non siamo esperti del settore.

Quindi lasciando il lavoro di stilare una dieta precisa a chi sicuramente ne sa più di noi, ti vorremmo dire che il tuo menù settimanale dovrebbe essere molto vario. Per un’alimentazione sana, all’interno del menù settimanale non può proprio mancare nulla.

Quello che è certo è che non possono mancare 5 pasti al giorno. Quindi via libera alla colazione, che potrebbe essere dolce o salata, l’importante è introdurvi anche una piccola quantità di frutta.

Lo stesso potremmo dire dello spuntino. Solo dopo ecco il pranzo, che deve essere completo, esattamente come la cena e contenere: carboidrati, vitamine, fibre e proteina.

Nel pomeriggio ecco la merenda, che non si prepara con pane e nutella. Si conclude poi con la cena: leggera e facile da digerire.

In conclusione…

L’alimentazione sana è l’unico elemento, unito all’attività fisica, in grado di offrirti un buon livello di salute. Adottare un’alimentazione sana vuol dire permettere al corpo di avere tutti gli elementi di cui ha bisogno, ma di evitare le tossine e tutte le sostanze che possono essere nocive all’intestino.

La sana alimentazione passa sicuramente attraverso la scelta di alimenti veramente ottimi per il corpo. Cibi che assicurano il giusto apporto di elementi nutritivi, ma anche l’assenza di un quantitativo maggiore di tossine da eliminare.

Ci sembra chiaro che parlare di alimentazione sana, non è solo questione di cibo, ma anche di idratazione e quindi del bisogno di eliminare le tossine e di idratare il corpo. I consigli generali che si possono offrire a tal proposito, sono innanzitutto di assumere un quantitativo maggiore di frutta e verdura, oltre che di farine integrali.

Meglio invece evitare i grassi di origine animale, gli alimenti che hanno una cottura estremamente lunga. È importante non dimenticare che il corpo ha bisogno di molti elementi, compresi anche i grassi che non devono essere completamente eliminati.

Si rivela sufficiente imparare a scegliere. Utilizzare: pesce magro, carne bianca, pasta integrale, frutta di stagione e verdura in foglie, acqua? Aumeno 2 litri al giorno.

Adesso noi ti salutiamo, ma ricordati di seguirci sul nostro blog e sui nostri canali social.

Scopri Kilo Shape e Kilo Shape Plus, i tuoi integratori a base di ingredienti naturali per ridurre il senso di gonfiore e prevenire gli inestetismi della cellulite.

Kilo Shape – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €
CarrelloX
Il tuo carrello è vuoto