BMI formula: 1 numero o molto di più?

BMI formula

La BMI formula non è di certo quella per una pozione magica. Non stiamo parlando di qualcosa ideato da uno stregone, ma piuttosto dell’unico coefficiente che ti può aiutare a capire il tuo corpo come sta.

Essere in perfetta forma fisica è ciò che tutti vorrebbero o per lo meno quasi tutti. Peccato che a volte per riuscire in questo intento sembra proprio che si abbia bisogno di una magia. 

Sicuramente la formula del BMI da sola non può certo fare tutto. Ma si tratta di  un punto di partenza.

Riuscire a mantenere il suo valore sulla soglia del normopeso è il modo migliore per riuscire a stare bene nel proprio corpo e avere la certezza di esporsi al numero minore di rischi per la propria salute.

Allora forse la dovremmo proprio conoscere la BMI formula e capire in quale maniera possa essere di aiuto al nostro corpo.

BMI formula: conosciamo i valori

BMI è un acronimo che sta ad indicare la Body Mass Index, in italiano comunemente di parla di Indice di Massa Corporea. Un coefficiente in grado di offrire un quadro preciso di quello che è il peso forma di una persona.

Cosa mette in rapporto? In maniera molto semplice il peso espresso in chilogrammi con l’altezza in metri elevata però al quadrato.

Tu che mi stai leggendo mi dirai: beh tutto qui? La BMI are formula di cui tutti ormai parlano si traduce semplice in questa divisione?

Ebbene sì, la BMI formula si risolve in maniera molto semplice, ma è qualcosa di molto più complicato di come si pensa. Ma lo scoprirai continuando a leggerci.

Nonostante non siano state poche le critiche mosse nei confronti della nuova formula BMI essa è il primo tra gli elementi che permettono di valutare lo stato di sovrappeso di un soggetto. In linea generale, queste sono le valutazioni che si possono fare grazie al coefficiente:

  • sottopeso severo: se < 16,5;
  • sottopeso: da 16,5 a 18,4;
  • normale: da 18,5 a 24,9;
  • sovrappeso: da 25 a 30;
  • obesità primo grado: da 30,1 a 34,9;
  • obesità secondo grado: da 35 a 40;
  • obesità terzo grado: se > 40. 

Fino a qui sembra tutto piuttosto semplice, ma vedrai che le cose andranno a complicarsi.

BMI formula e valutazione del sovrappeso

Quindi come accennato anche poco fa, la BMI formula viene spesso utilizzata per riuscire ad avanzare una valutazione sullo stato di forma di una persona. Sembra proprio che siano molti gli esperti del settore che affermano che il coefficiente sia affidabili.

Ma purtroppo sono altrettanti quelli che invece affermano esattamente il contrario. Questo succede semplicemente perchè la BMI kg cm formula non tiene conto di alcuni aspetto fondamentali. 

Il primo tra tutti è il rapporto tra massa grassa e massa magra, che tra l’altro muta a seconda del sesso e dell’età di una persona. Di tutto ciò la BMI formula non tiene conto ed ecco per quale motivo spesso si procede a delle misurazioni supplementari.

Certo è che se una persona è in uno stato di sovrappeso lo si nota in maniera piuttosto semplice anche ad occhio nudo. Ma il problema insorge quando si procede a misurazioni in autonomia.

Troppo spesso ci si sottopone a diete fai da te. Allo stesso modo, altrettanto di frequente, un solo chilo in più fa credere di non essere più nel proprio peso forma e lancia l’allarme. 

Sono queste le motivazioni che ci spingono a dire che anche solo la semplice formula del BMI dovrebbe essere utilizzata solo da uno specialista, che possa fornire un’anamnesi completa del soggetto. 

L’importanza del peso forma

Ma per quale motivo è così importante riuscire a essere in quel range di valori che forniscono quello che è il peso forma di ognuno di no? Perchè il peso forma è un valore che si rivela estremamente importante. 

Troppe volte si sente parlare con estrema superficialità del peso forma, fanno per scontato che si tratti unicamente di un elemento di cosmetica. Insomma si crede che il giusto peso forma sia unicamente quello che si vuole raggiungere per sentirsi più belli, ma non è proprio così.

È vero che riuscire a  raggiungere il peso forma vuol dire anche sentirsi a propri agio nel proprio corpo, ma è molto di più. Utilizzare la BMI formula per comprendere il proprio peso forma, vuol dire anche salvaguardare la propria salute. 

Un eccessiva presenza di grasso nel proprio corpo si traduce in un maggior rischio per la propria salute. Il grasso è la prima causa di patologie anche grave come quelle al sistema cardiovascolare, respiratorio, oltre all’insorgenza di patologie come il diabete mellito di tipo II. 

Senza dimenticare poi i risvolti psicologici del sovrappeso. Tipici di una persona che si sente a disagio con il proprio corpo e di riflesso anche con gli altri.

Nei casi più gravi il tutto si può tradurre in ansia, depressione e addirittura anoressia o bulimia.

BMI formula: quali sono le carenze

In fondo sembra che la BMI formula sia abbastanza affidabile. Ma allora quali sono le reali carenze di questo coefficiente?

La prima è che non tiene conto del rapporto tra massa grassa e massa magra. Se ti è capitato di andare da un nutrizionista saprai bene che si tratta di un elemento molto importante nella valutazione dello stato di forma di un soggetto.

Perchè mentre la massa grassa e quella che bisogna contrastare, per lo meno una parte di lei, la massa magra dovrebbe essere sviluppata. Ecco per quale motivo quando si ci vuole rimettere in forma p più in generale per condurre una vita sana ed equilibrata si consiglia dieta ed attività fisica.

Entrambe lavorano nella stessa direzione, che sarebbe quella di raggiungere il giusto peso forma e abbattere il risultato che si è ottenuto dal BMI rate formula.

Anche questa volta sembra tutto essere privo di complicazioni, ma il corpo umano è una macchina e studiarne il funzionamento è più difficile di quello che si pensa. Hai mai sentito parlare del meccanismo basale?

Massa grassa e meccanismo basale

Ognuno di noi sa perfettamente che i grassi sono la riserva di energia del proprio corpo. Questo cosa vuol dire? Che per quanto ci si impegni nella lotta contro il grasso esso è in parte indispensabile.

Non a caso quando si parla di massa grassa si procede facendo una differenza tra le tipologie di grasso presenti nel corpo. Da una parte si ha il grasso essenziale, dall’altro quello di deposito.

Ecco da oggi saprai che il tuo acerrimo nemico è il grasso di deposito e non più quello essenziale. Il grasso si deposito è quello pericoloso per il corpo.

Un eccessivo strato di grasso soprattutto nella zona addominale provoca non poche problematiche e le abbiamo in precedenza viste. In particolare ci riferiamo proprio al grasso addominale semplicemente perchè è quello che se presente in eccesso tende a schiacciare gli organi e provocarne di riflesso un cattivo funzionamento. 

Ma poi c’è il grasso essenziale che esattamente come suggerisce il nome non può affatto mancare. Il grasso essenziale è quello che viene mantenuto a un livello stabile con il giusto apporto calorico giornaliero.

Nel momento in cui si riducono in maniera drastica le calorie assunte il corpo va sotto stress e attiva il risparmio energetico,  non senza problematiche. Ecco il motivo per cui le diete ipocaloriche come quelle che spesso conducono gli sportivi possono far avvertire una maggiore stanchezza. 

Tutto questo succede perchè il corpo lavora anche quando sembra che si sia inerti, per permettere all’organismo di svolgere le proprie funzioni fisiologiche. Questo è il metabolismo basale.

Si parla di metabolismo basale quando ci si riferisce a tutte le attività fisiologiche che il corpo esplica anche quando si è a riposo.

Semplice vero? Perchè il corpo funzioni come la macchina perfetta che è, occorre che non venga mai a mancare il grasso essenziale.

BMI formula e massa magra

Quindi abbiamo visto come la BMI formula non tenga conto del rapporto tra massa grassa e massa magra. Abbiamo anche visto che nonostante il grasso sia sempre il nemico numero 1 non può essere del tutto contrastato, perchè una parte di esso deve sempre essere presente per non andare sotto stress.

Ma oltre alla massa grassa che spesso si ritiene la colpevole del sovrappeso si ha anche la massa magra. E ti stupirò dicendo che ci sono casi in cui anche la massa magra diviene responsabile del sovrappeso.

Aspetta mi spiego meglio. In precedenza abbiamo parlato di peso forma, vero? Ecco il peso forma di uno sportivo è differente da quello di una persona che conduce una vita pressapoco sedentaria. 

Allo stesso modo il risultato della BMI formula deve essere interpretato in maniera differente nei due casi. Questo perchè è possibile che il risultato della BMI rate formula può dare lo stesso risultato per uno sportivo con una massa muscolare molto sviluppata e per una persona in sovrappeso.

Una persona che pratica sport a livello agonistico, in particolare che svolge gare di body building, soprattutto in prossimità delle competizioni va a sviluppare ancora di più la propria muscolatura, allo stesso tempo va a contrastare la massa grassa. Purtroppo però dobbiamo dire che spesso vanno ad intaccare anche il grasso essenziale. 

Proprio per questo motivo gli sportivi in prossimità delle gare si sentono completamente spossati e privi di forze. Talmente stanchi che non riescono neanche a riposare.

Altro motivo per cui è sempre indispensabile rivolgersi a un professionista che fornisca indicazioni precise.

BMI formula cosa dovrebbe indicare realmente

Pur essendo vero che la BMI formula offre la possibilità di valutare il sovrappeso di una persona, esso da solo non è sufficiente. Non può bastare un semplice numero a dire quando e se si è in salute.

Questo è il motivo per cui il calcolo del BMI formula viene poi associato ad altre misurazioni, come quello che prevede la plicometria. La plicometria utilizza il plicometro per valutare l’ampiezza delle pliche di un corpo e quindi dello stato di grasso presente sul corpo. 

La BMI formula da sola non può basta, considerando che, come abbiamo visto in precedenza, non offre sempre dei risultati ottimali. Insomma il risultato che si ottiene applicando la BMI formula è da interpretare e va a completare l’anamnesi dello stato di forma di un soggetto.

Seguire in maniera ferrea il valore ottenuto dal calcolo della BMI formula vuol dire esporsi al rischio di non fornire al corpo il giusto apporto di calorie giornaliere, indispensabile per lo svolgimento delle attività basilari. Quindi quello che ci viene fornita è solo un’indicazione di massima.

Quello che resta veramente importante è condurre una vita che sia sana, con:

  • giusta dose di riposo: ricordiamo che poche ore di sonno possono anche portare ad aumentare di peso;
  • una dieta sana ed equilibrata: con il giusto apporto calori giornaliero e un buon equilibrio tra tutti gli elementi essenziali dell’alimentazione;
  • movimento fisico giornaliero: in genere si raccomanda almeno 1 ora di attività fisica giornaliera, da suddividere magari tra camminata ed esercizi aerobici;
  • abbattimento dello stress: ricordiamo che svolgere attività fisica può abbassare il livello di stress.

BMI formula: per concludere

Affrontare il discorso della BMI formula sembra essere molto più difficile di quello che sembra. Ma questo è ovvio, non è mai semplice parlare del benessere del corpo in maniera ottimale.

Questo succede perchè sono molti i fattori che su di esso influiscono. Abbiamo infatti visto come anche per riuscire ad ottenere il proprio peso ottimale bisogna sempre procedere agendo su diversi fattori. 

Se l’alimentazione sana ed equilibrata e l’attività fisica giornaliera possono essere alla base, non sono certo sufficienti. Inoltre prima di procedere a una dieta ipocalorica, occorre sempre valutare la completa condizione del corpo, non può essere sufficiente il solo coefficiente ottenuto dalla BMI formula. 

Anche nel momento in cui risulta essere chiaro che si ha bisogno di perdere peso, è importante innanzitutto rivolgersi a degli esperti che possano studiare il modo adeguato di agire. Inoltre più che un numero specifico è raccomandabile porsi come obiettivo di peso forma un range di valori e degli obiettivi che siano veramente raggiungibili. 

Ricorda che porsi degli obietti irraggiungibili è solo che controproducente.

Adesso noi ti salutiamo, ma ricordati di seguirci sul nostro blog e sui nostri canali social. 

Kilo Shape, il tuo integratore a base di ingredienti naturali quali il The verde, Ginseng e Guaranà per ridurre il senso di stanchezza e gonfiore!