Ritenzione idrica gambe: 10 responsabili

Ritenzione idrica gambe

La ritenzione idrica gambe è l’acerrima nemica di tutte le donne. Adesso non nascondetevi donne alla lettura.

Lo sappiamo bene e proprio per combatterla oggi siamo qui con voi, perchè sappiate che un modo per sconfiggerla c’è. Ovvio che poi non si può certo battere il nemico senza conoscerlo giusto?

Quindi proprio questo faremo, andremo a capire cos’è la ritenzione idrica gambe gonfie. La legenda narrerebbe che ci sono anche dei metodi per contrastarla.

Ma mi rivolgo a te donna, la vuoi sapere una cosa veramente divertente? La ritenzione idrica non è solo un tuo problema, ci sono uomini che ne soffrono esattamente come te.

Sicuramente loro vi danno meno peso, non ne fanno una questione importante come fai tu, ma forse qualcuno ci sta leggendo in segreto perchè in fondo un po’ se ne vergogna. Allora parleremo anche per te, ragazzo, potremmo insieme trovare la soluzione su misura.

Ritenzione idrica gambe: cos’è

Cosa dicevamo in apertura? Che non si può combattere il nemico se non lo si conosce giusto? Allora dobbiamo capire cosa sia questa ritenzione idrica gambe.

Si parla generalmente di ritenzione idrica, quando ci si riferisce alla tendenza delle cellule a trattenere:

  • liquidi; 
  • tossine; 
  • sali minerali. 

In maniera specifici la maggior parte delle volte la ritenzione idrica è causata da uno squilibrio dei sali minerali e in particolare:

  • sodio; 
  • potassio. 

Questi due elementi dovrebbero essere in perfetto equilibrio per permettere al corpo di funzionare al meglio. Peccato che poi spesso si presentano delle eccedenze di sodio rispetto al potassio e questo porta il corpo a trattenere acqua. 

Come se non bastasse, ci mette lo zampino anche un mal funzionamento della circolazione venosa ma anche linfatica. Per questo motivo spesso si parla di gambe gonfie ritenzione idrica.

Le due problematiche sembrano tra loro collegate.

Una patologia

La ritenzione idrica gambe o che interessi altre zone del corpo sembra quindi essere una vera e propria patologia. Si accumulano dei liquidi nello spazio extra cellulare e interstiziale.

La problematica è spesso dovuta a un cattivo funzionamento del drenaggio linfatico. In altri casi invece le problematiche possono essere causate da un aumento nel consumo di sodio che tende a trattenere l’acqua e a fare in modo che si accumulino liquidi in eccesso nel corpo. 

Questa sorta di ristagno avviene in modo particolare in alcune zone del corpo: addome, cosce e glutei. Ecco il motivo per cui si parla spesso di gambe con ritenzione idrica.

Se tutto si esaurisse ai liquidi, probabilmente sarebbe molto più semplice, peccato che non è proprio così. Infatti capita spesso che insieme ai liquidi trattenuti siano presenti anche le tossine.

Questo comporta una vera e propria alterazione del metabolismo cellulare, compromesso da un apporto di ossigeno non ottimale. Il compito di drenare i liquidi presenti nelle gambe gonfie ritenzione ritenzione idrica dovrebbe essere a carico dei vasi linfatici.

La loro incapacità di funzionare al meglio di denota soprattutto in estate quando si tende a passare molto più tempi fermi.

Ritenzione idrica gambe e aumento di peso

Sulla ritenzione idrica gambe gira però però una legenda metropolitana. Essa affermerebbe che questa influisce sul peso.

Ebbene non è così, anzi non è propriamente così. Mi spiego meglio.

Quando si soffre di ritenzione idrica è vero che si osserva tristemente l’ago della bilancia che inizia a salire vertiginosamente e lancia l’allarme sul nostro peso forma. Ma questo succede non perchè si accumula massa grassa che come tutti sanno deve essere tenuta sotto controllo.

Piuttosto il peso aumenta perchè si trattengono liquidi. Una cosa però è vera.

L’aumento di peso tende a far rallentare la diuresi ed ecco che da questo può dipendere la ritenzione idrica gambe. In altre parole se si è in peso forma e si ha la ritenzione idrica, allora non è detto che si finirà per essere in sovrappeso.

Ma se già si è in sovrappeso, allora probabilmente si finirà per soffrire du gambe con ritenzione idrica. Insomma una sorta di circolo vizioso.

Le cause della ritenzione idrica gambe

La ritenzione idrica gambe è il risultato di uno squilibrio tra il sistema nervoso e quello linfatico, il tutto condito da una circolazione non ottimale. Ed ecco il mix perfetto affinché si presenti la ritenzione idrica gambe gonfie.

Ma se non c’è una vera patologia di cui occuparsi, è possibile affermare che la comparsa della ritenzione idrica gambe si può presentare per via di uno stile di vita che non è quello ottimale. A questo punto non ci resta che conoscere quali possono realmente essere le cause della ritenzione idrica:

  1. dieta eccessivamente ipocalorica e con un quantitativo proteico insufficiente;
  2. eccessivo consumo di cibi ricchi di sodio, quindi salati;
  3. vita sedentaria;
  4. lavoro che costringe per troppe ore seduti al computer senza muoversi;
  5. abuso di alcool;
  6. tabagismo;
  7. eccessivo consumo di caffè;
  8. indossare vestiti troppo stretti e tacchi alti;
  9. sovrappeso.

Nella lista potremmo inserire anche i lavori in cui si sta per troppo tempo in piedi. Questo vale soprattutto nel caso in cui si soffra di un ritorno venoso, la stasi venoso che rallenta il sangue che non risale verso il cuore ma tende a ristagnare. 

Nel caso in cui non si soffre di patologie gravi, si consiglia di intervenire contro la ritenzione idrica gambe è bene adottare uno stile di vita che sia quanto più sano ed equilibrato possibile. Questa semplice mossa permette di ridurre il problema ed in alcuni casi addirittura di eliminarlo completamente.

Ritenzione idrica gambe e i sintomi

Ma quali sono i sintomi più comuni della ritenzione idrica gambe? Generalmente essa si presenta come un accumulo di liquidi all’interno dei tessuti con successivo rigonfiamento.

Quindi i primi campanelli di allarme delle gambe gonfie ritenzione idrica sono gonfiori ed edemi. Ma ovviamente il tutto non si può certo esaurire a questo.

Spesso il gonfiore va a bracciate con dei dolori agli arti, oltre a una netta riduzione del flusso urinario, stanchezza delle gambe e formicolio nelle zone intestate. Ma in che maniera è possibile comprendere se i sintomi che si accusano sono dovuti alla ritenzione idrica gambe?

In realtà non sono pochi gli esami che sia possono fare in merito. Il primo è quello delle urine.

Ma mia cara donna, sappi che puoi procedere anche a una sorta di test casalingo estremamente semplice: premi con forza il pollice sulla parte anteriore della coscia per qualche secondo. Se nel momento in cui togli il dito l’impronta resta impressa allora la ritenzione idrica ha colpito anche te.

Perchè curare la ritenzione idrica gambe gonfie

Sulla ritenzione idrica gambe gonfie si tende a compiere un imperdonabile errore. Questo consiste nel pensare che la ritenzione idrica sia solo una questione estetica.

Probabilmente si deve questa opinione all’ignoranza nel sapere che si tratta di una vera patologia. La ritenzione idrica gambe può provocare una fastidiosa dilatazione delle parete delle vene delle gambe comportando così un’insufficienza venosa.

Sì, hai capito bene, si tratta proprio di una situazione patologia in cui il sangue fatica a risalire verso il cuore dopo che è arrivato agli arti inferiori. Quindi invece di risalire finisce per ristagnare su gambe e piedi dando vita al fenomeno delle gambe gonfie. 

Le gambe spesso risultano essere pesanti, gonfie, a volte si presentano con formicolii e con dolore generale. Questi fenomeno sono comuni soprattutto in estate e in particolar modo nei mesi estivi.

Inoltre la ritenzione idrica può provocare anche la comparsa di vene varicose e capillari in evidenza, andando dunque ad alterare la figura della cute. Quando si presentano casi gravi si ritenzione idrica gambe, il dottore potrebbe decidere di prescrivere degli esami supplementari.

Il più comune è sicuramente l’ecocolordoppler, molto simile ad un’ecografia, permette di vigilare sullo stato di funzionalità delle vene che sono presenti sugli abiti inferiori.

Come curare la ritenzione idrica gambe

Cosa provoca la ritenzione idrica gambe e cosa essa invece può provocare ci sembra ora piuttosto chiaro. Come lo è anche il motivo per cui diviene indispensabile prendersi cura di quella che è una vera e propria patologia.

Ma in che maniera si può porre rimedio alla ritenzione idrica? Il primo tra i metodi che sembra essere anche efficace sono le compresse per gambe gonfie e ritenzione idrica.

Sono prodotti che spesso sono venduti in farmacia ma anche online, su siti specializzati. A volte si tratta di medicinali, altre volte invece sono integratori completamente naturali.

In genere le compresse per gambe gonfie e ritenzione idrica sono in grado di stimolare la diuresi per liberare il corpo dai liquidi in eccesso e anche dalle tossine che ha incamerato. Altro compito della compresse per gambe gonfie e ritenzione idrica è quello di migliorare la microcircolazione ed evitare dunque che il sangue ristagni alle estremità degli arti.

Ma le compresse per gambe gonfie e ritenzione idrica non sono l’unico l’unico rimedio che si può utilizzare.

La dieta

L’alimentazione è un altro efficace modo di intervenire sulla ritenzione idrica gambe. Ma in fondo saprai bene che attraverso l’alimentazione passa buona parte del benessere del corpo di ognuno di noi.

I cibi che combattono la ritenzione idrica dovrebbero essere consumati soprattutto all’inizio della stagione più calda in quanto oltre a riuscire a dare sollievo dall’afa offrono il giusto apporto di liquidi. Sì, è chiaro, ci sono alcuni alimenti che sono molto:

  • drenanti; 
  • diuretici; 
  • ricchi di acqua; 
  • con una percentuale di sodio molto bassa. 

Inoltre come al solito si consiglia di bere molto, solo in questa maniera si è in grado di favorire la diuresi e quindi liberarsi dagli effetti spiacevoli di una dieta iposodica. Qualcuno erroneamente crede che bere non fa altro che alimentare i liquidi che producono ritenzione idrica, invece non è affatto così. 

Consuma frutta e verdura in quantità, non li rilegare ai soli pasti, ma cerca di integrarli anche per gli spuntini. Potresti poi far ricadere la scelta su quelle che sono conosciute come acque aromatizzate che facilitano il compito di bere molto di più.

Non dimenticare che i sali minerali e le vitamine che sono contenute all’interno delle acque aromatizzate reintegrano le le sostanze perse ed inoltre contrastano lo stress fisico e mentale. Ricordiamo che sono molte le aziende produttrici di acqua che hanno immesso sul mercato prodotti che aiutano a contrastare alcune problematiche fisiche come appunto la ritenzione idrica gambe.

Gli alimenti specifici e lo sport

Ma volendo andare nello specifico, quali sono i cibi che non dovrebbero mancare nella dieta giusta per la ritenzione idrica gambe?

  • verdure a foglia verde: come la cicoria, spinaci, agretti, la lattuga, i cetrioli, le cipolle e le zucchine; 
  • fragole; 
  • kiwi; 
  • ananas. 

Inoltre alla dieta per la ritenzione idrica gambe occorre abbinare della sana attività fisica. In particolare si consigliano gli sport acquatici come il nuoto e l’acqua gym, ma possono andar bene anche lo stretching, la ginnastica leggera oppure la camminata.

Insomma puoi scegliere in base alle tue attitudini e preferenze.

Ritenzione idrica gambe: riassumendo

La ritenzione idrica gambe è una problematica che affligge molte donne, ma abbiamo visto che la gli uomini non ne sono immuni. La ritenzione idrica è una vera patologia di cui si deve aver cura per evitare tutte le problematiche che essa può provocare.

I maggior problemi si hanno sulla circolazione, con il sangue che fa fatica a risalire verso il cuore dopo che è sceso fino agli arti inferiori. Per contrastare le gambe gonfie ritenzione idrica è di estrema importanza condurre una vita sana ed equilibrata.

È dunque estremamente importante riuscire a seguire una dieta sana con abbondanza di frutta e verdura, in particolare tutta la verdura a foglia verde, oltre a quella ricca di acqua. Soprattutto nel caso in cui si svolge un lavoro molto sedentario, si raccomanda di praticare dell’attività fisica ogni giorno.

Gli sport consigliati sono sicuramente quelli che vengono svolti in acqua come il nuoto e l’acqua gym, da alternare con lo stretching, la ginnastica leggera e la camminata. 

In definitiva resta molto importante riuscire a curare la cellulite, non perchè essa sia brutta da vedere, ma perchè è una vera patologia che non permette al corpo di godere del massimo livello di salute possibile.

Adesso noi ti salutiamo, ma ricordati di seguirci sul nostro blog e sui nostri canali social

Kilo Shape, il tuo integratore a base di ingredienti naturali quali il The verde, Ginseng e Guaranà per ridurre il senso di stanchezza e gonfiore!