Ritenzione idrica sintomi: 2 tipologie di ritenzione

Ritenzione idrica sintomi

Quali sono i ritenzione idrica sintomi? Ecco oggi siamo qui proprio per parlati di questo. Perchè qualcuno fa un po’ di confusione e confonde la ritenzione idrica con quella che è la più comune buccia d’arancia.

Invece no, non è proprio così. Si tratta di due inestetismi completamente differenti. Se per quel riguarda la buccia d’arancia l’attenzione che si pone è per la maggior parte su quello che è l’aspetto estetico, la ritenzione idrica è una vera patologia e come tale va trattata. 

Quindi se si parla di patologia vuol dire che bisogna assumere dei medicinali per curarla? Aspetta aspetta non correre troppo.

La ritenzione idrica è una patologia a cui si può trovare rimedio anche semplicemente con delle cure naturali e con un corretto stile di vita. Ma non è questo il momento di parlare dei rimedi alla ritenzione idrica, ora la nostra attenzione si deve focalizzare su altro.

Il nostro compito è indicarti della ritenzione idrica i sintomi. Vediamoli insieme.

Ritenzione idrica sintomi: prima conosciamo a fondo la problematica

Per conoscere i sintomi ritenzione idrica occorre iniziare il percorso cercando di capire di cosa stiamo parlando. Questo è indispensabile perchè come detto, troppa confusione è stata fatta in merito.

Quindi procediamo con ordine.

Cos’è la ritenzione idrica? Si tratta di un accumulo patologico di liquidi nella zona interstiziale. Il corpo che soffre di ritenzione idrica tende a trattenere i liquidi, ma anche le tossine e i sali minerali.

Quando si soffre di ritenzione idrica in genere si ha uno sbilanciamento del rapporto tra sodio e potassio, il primo vince e deve essere eliminato o comunque drasticamente ridotto. Ovviamente questo non poteva certo essere sufficiente per farla diventare una patologia.

Ecco che allora ci ha messo lo zampino la circolazione venosa e linfatica che tende a subire delle alterazioni. Il drenaggio linfatico sembra non funzionare nella maniera giusta, e l’aumento del sodio richiama l’acqua che si traduce in accumuli di liquido indesiderato. 

Tutto ciò vuol dire che ci saranno delle zone del corpo che sono maggiormente soggette all’accumulo e al ristagno dei liquidi e stiamo parlando di: addome, cosce e glutei. Il metabolismo cellulare è compromesso, esattamente come il giusto apporto di ossigeno.

Avere ritenzione idrica non vuol dire che si è grassi

Spesso si ha una concezione un po’ sbagliata della ritenzione idrica e questo porta anche alla ricerca di soluzioni errate per il trattamento di questa problematica. Si crede che l’eccesso di liquidi influisce sul peso.

Ovviamente nel momento in cui si sale sulla bilancia, se si soffre di ritenzione idrica, si rischi di vedere l’ago salire e salire ancora, ma non si riferisce alla massa grassa. Ripetiamo che la ritenzione idrica si compone di liquidi non di adipe. 

Ma ciò che può essere vero il contrario e che il sovrappeso può portare alla comparsa di ritenzione idrica. Tra le tante problematiche che il sovrappeso porta con se, c’è anche la difficoltà a liberarsi dei liquidi in eccesso.

Ecco perchè poi una delle soluzioni alla ritenzione idrica è anche òa dieta sana ed equilibrata che in fondo è la soluzione a buona parte delle problematiche fisiche.

Ritenzione idrica cause e sintomi: perchè compare questa patologia

Altro passo verso la comprensione di quali possano essere i ritenzione idrica sintomi, conoscere da cosa è provocata. Abbiamo in precedenza affermato che una delle cause della ritenzione idrica è uno squilibrio che si presenta nel corpo, un cattivo funzionamento linfatico e del passaggio del sangue.

Oltre a un aumento della quantità di sodio a sfavore del potassio. Questo ci sembra chiaro.

Ma se è vero che il corpo è una macchina pressapoco perfetta, cos’è che provoca questo squilibrio? In realtà non sono poche le possibili cause della ritenzione idrica, alcune quasi inimmaginabili.

  • Alimentazione

C’è poco da fare, se si vuole un corpo in salute e si cerca di farlo essere la macchina perfetta che ci è stata offerta, tutto passa attraverso l’alimentazione, che lo si voglia oppure no. Spesso nell’elenco ritenzione idrica sintomi e cause si trova una dieta in cui si consuma una quantità eccessiva di sale, ma anche proteine e alcolici. 

Magari dopo tutti questi guai che hai provocato hai anche il coraggio di non bere abbastanza. Ah ma aspetta, tu credi in quella legenda metropolitana che qualcuno ha messo in giro.

Sembra infatti che qualcuno sia pronto ad affermare che se si beve troppo si accumulano liquidi, NO, sbagliato, più si beve, più si stimola la diuresi e quindi si perdono liquidi in eccesso.

  • Vita sedentaria

Questa in una guida ritenzione idrica cause e sintomi lo trovi alla voce: “alza il c***o dal divano”. Forse già fai un lavoro che ti costringe tante ore seduto alla scrivania. 

Allora occorre compensare questa inattività forzata con della sana attività fisica. Quindi cosa devi fare? Iscriviti in piscina al corso che preferisci, scegli un’amica con cui andare a camminare, insomma fai uno sport.

L’inattività rallenta il processo diuretico e questo si traduce in accumulo di liquidi.

  • Sovrappeso

Sembra un circolo vizioso vero? E in parte lo è. La dieta squilibrata e l’assenza di attività fisica può far si che si aumenti di peso e indovina un po’… Il sovrappeso può essere causa della ritenzione idrica. 

A ma aspetta, te lo avevamo già detto, vabbè fa niente, lo ripetiamo. Allora i liquidi che si trattengono e che sono nella hit parade della ritenzione idrica sintomi non sono massa grassa.

Quindi cosa vuol dire? Che si pesa molto ma non si ha grassi ma liquidi e legenda vuole che si eliminino più semplicemente. 

Ma a prescindere da makumbe di qualunque genere. Il sovrappeso può creare problemi alla circolazione e quindi tende a far trattenere i liquidi all’interno del corpo, rallentando la diuresi.

Altre ritenzione idrica cause e sintomi

Queste 3 appena descritte sono la top 3 della ritenzione idrica cause e sintomi, ma ovviamente non sono le uniche. Possiamo citare un consumo eccessivo di bevande alcoliche e zuccherate, il vizio del fumo, l’abitudine di indossare dei vestiti troppo stretti, i tacchi alti, l’assunzione di alcuni medicinali.

Inoltre la gravidanza, la pressione alta e patologie e infiammazioni. 

Soprattutto in questi casi per valutare i ritenzione idrica sintomi si consiglia di rivolgersi a degli specialisti, per non peggiorare i rischi collegato alla ritenzione idrica.

Sintomi ritenzione idrica: scendiamo nello specifico

Quindi quelli fino a qui visti sono gli elementi che possono provocare l’insorgenza della ritenzione idrica. Gli stessi poi possono anche spingere all’aumento di questo fenomeno che comunque risulta essere fastidioso.

Abbiamo anche visto già quali sono le cause, cioè gli squilibri che si presentano all’interno del corpo per la comparsa della ritenzione idrica. Ma come si riconosce l’insorgenza di questa problematica? 

In fondo eravamo qua per capire i ritenzione idrica sintomi, ma ci sembrava doveroso anche cercare di comprendere per quale motivo poi i suoi sintomi si manifestano. In tempi non sospetti abbiamo definito la ritenzione idrica come un accumulo di liquidi in alcune zone del corpo.

Quindi ci sembra chiaro che il primo campanello di allarme sono dei rigonfiamenti in alcune zone del corpo come spunto l’addome, glutei e cosce. Ma questo non è sufficiente. 

Si tratta di un disturbo così invadente che si può presentare in diversi modi.

Come capire se si ha la ritenzione idrica

Capire i sintomi della ritenzione idrica passa attraverso la sua diagnosi, se così si può definire. Possiamo dire che 2 sono le metodologie che si possono utilizzare per comprendere se veramente si è affetti da ritenzione idrica patologica.

La prima è quella di sottoporsi a un classico e semplice esame delle urine. L’altro metodo è molto più semplice. 

Quindi prima di chiederti della ritenzione idrica sintomi forse  occorre passare di qua. Puoi dunque procedere con un esame fai da te.

Poggia il pollice sulla tua coscia ed effettua una leggera pressione. Dopo alcuni secondi solleva il dito e controlla.

Nel caso in cui resti evidente l’impronta del dito sulla tua coscia, allora vorrà dire che sì, hai la ritenzione idrica. Ecco adesso puoi procedere a comprendere i ritenzione idrica sintomi.

I sintomi ritenzione idrica che si presentano più di frequente

I ritenzione idrica sintomi si presentano principalmente con gonfiore per via dell’accumulo di liquido nei tessuti. Oltre al gonfiore si possono anche presentare:

  • dolore agli arti; 
  • un minore flusso urinario; 
  • stanchezza; 
  • dolore; 
  • formicolio. 

Questi sono i ritenzione idrica sintomi, ma questa può anche essere causa di problemi che possono causare la dilatazione delle pareti delle vene delle gambe con conseguente insufficienza venosa. Una vera e propria condizione patologica per cui il sangue che scende fino ai piedi ha difficoltà nel tornare verso il cuore. 

Ciò si traduce con pesantezza alle gambe che può arrivare a presentarsi anche sotto forma di dolori e crampi. Tutto questo avviene soprattutto durante la notte e i mesi più caldi dell’anno.

Una patologia che può causare alterazioni della cute con la presenza di vene varicose e capillari evidenti. In questi casi e quando le gambe sono molto gonfie è possibile che il medico curante si voglia sincerare delle condizioni di salute delle vene, intervenendo con una visita chiamata ecocolordoppler, una semplice ecografia.

Ritenzione idrica pancia sintomi

Le donne in genere soffro di ritenzione idrica sulle cosce e sui glutei. Ma c’è una particolare forma di ritenzione idrica che è quella addominale. 

Gli uomini in genere soffrono in misura maggiore di ritenzione idrica all’addome. Perchè sì, anche gli uomini possono soffrire di ritenzione idrica.

Ma allora quali sono i ritenzione idrica pancia sintomi? Anche nella zona dell’addome la ritenzione idrica si presenta con dei fastidiosi gonfiori, oltre a senso di pesantezza e cellulite localizzata.

Oltre a questi si potrà parlare di:

  • gonfiore che oltre alle gambe si può estendere anche alle gambe, cosce, glutei, caviglie, piedi; 
  • senso di stanchezza, pesantezza e fatica; 
  • colore della pelle alterato; 
  • dolore addominale; 
  • mal di testa; 
  • rigidità articolare; 
  • aumento di peso. 

Gli interventi richiesti per prevenire questi che sono i ritenzione idrica sintomi sono sempre gli stessi e iniziano dal cambiamento di alcune abitudini molto importanti. Innanzitutto l’alimentazione che deve essere ricca si acqua, sali minerali e proteine.

Via libera dunque alle verdure e si consigliano in particolare modo quelle in foglie verdi, inoltre tutte le verdure ricche di acqua come i pomodori e le zucchine. Ovviamente abbinato alla corretta e sana alimentazione si consiglia anche il movimento fisico.

In genere si chiede di abbinare uno sport intenso come il nuoto con attività molto più leggere come la camminata veloce che in estate può essere anche fatta sul bagnasciuga per un effetto di gran lunga maggiore.

E poi? E poi ricordare che a prescindere dalla ritenzione idrica sintomi, è indispensabile prevenire tutti i fastidi connessi alla ritenzione.

Ritenzione idrica sintomi: ricapitoliamo

I ritenzioni idrica sintomi sono innumerevoli, veramente tanti e diversi tra di loro. I più frequenti sono quelli che interessano le gambe e si esplicano in pesantezza, stanchezza e a volte intorpidimento. 

Per evitare tutto questo la ritenzione idrica andrebbe innanzitutto prevenuta andando ad intervenire su quelli che sono i comportamenti che si assumono durante la giornata. In primis l’alimentazione che deve essere sana ed equilibrata.

Non può inoltre mancare l’esercizio fisico indispensabile per tenere a bada il funzionamento del proprio organismo. Ricordiamo che l’attività fisica non solo permette di smaltire liquidi, grasse e tossine, ma aiuta anche a combattere lo stress in eccesso. 

Ma tornando a quelli che sono i ritenzione idrica sintomi occorre citare innanzitutto il gonfiore. Grazie ad esso si potrà distinguere tra ritenzioni idrica addominale che nella maggior parte dei casi colpisce gli uomini e quella alle gambe e glutei tipica delle donne.

Della ritenzione idrica pancia i sintomi sono spesso abbinati a una difficoltà nella digestione o comunque a una pesantezza che viene collegata al cibo ma che in realtà con esso non ha molto a che vedere. Per concludere si ricorda che la ritenzione idrica è una vera e propria patologia e come tale dovrebbe essere trattata.

Non a caso in commercio è anche possibile trovare dei medicinali per risolverla.

Adesso noi ti salutiamo, ma ricordati di seguirci sul nostro blog e sui nostri canali social

Kilo Shape, il tuo integratore a base di ingredienti naturali quali il The verde, Ginseng e Guaranà per ridurre il senso di stanchezza e gonfiore!