Tabella sovrappeso: l’alleato della salute numero 1

Tabella sovrappeso

La tabella sovrappeso la potremmo definire come uno strumento di valutazione del nostro stato di salute. Detto tra me e te che mi stai leggendo, il controllo del sovrappeso dovrebbe rientrare all’interno di un check-up generale.

Troppo spesso invece è un aspetto che purtroppo si sottovaluta. In particolare modo quando si parla di salute.

Ma la tabella per vedere se si è in sovrappeso non è solo un elemento di estetica. Perchè non lo è la valutazione del sovrappeso.

Essere in sovrappeso, soprattutto in maniera grave è un rischio innanzitutto per la salute, poi ovviemente non fa sentire a proprio agio quando si è con gli altri. Ma allora in che modo viene creata la tabella sovrappeso?

E soprattutto in che maniera può esserci di aiuto per salvaguardare la nostra salute? Vediamolo insieme.

Tabella sovrappeso: l’IMC come alleato

La tabella sovrappeso come abbiamo detto in apertura è un elemento indispensabile per valutare se il proprio stato di salute. Ci offre delle indicazioni su quello che è il proprio stato di forma e la presenza di grasso corporeo.

L’alleato numero 1 per la valutazione del proprio stato di forma è l’IMC. Come dici? Non sai di cosa sto parlando? Adesso te lo spiego.

L’IMC è l’Indice di Massa Corpore, esso si ottiene andando a dividere il peso in chilogrammi per l’altezza in metri elevata al quadrato. Fino a qui sembra tutto abbastanza semplice.

Da questo semplice rapporto si ottiene un coefficiente. Questo numero ci permette di avere indicazioni sul proprio stato di forma.

In un secondo momento della valutazione si può procedere ad inserire il proprio IMC all’interno della tabella sottopeso, normopeso, sovrappeso e capire in che modo intervenire. Se il soggetto normopeso non deve far altro che continuare con il proprio stile di vita, gli altri due casi dovrebbero intervenire con delle modifiche, piccole o grandi che siano.

Troppo spesso infatti, ci si sofferma in maniera esagerata sul sovrappeso. Anche noi stiamo parlando di sovrappeso. 

Ma il sottopeso è una problematica grava tanto quanto il suo contrario. Ecco per quale motivo a volte sarebbe più corretto parlare di tabella sottopeso o sovrappeso.

Quindi continuando con la nostra valutazione, possiamo affermare che per un coefficiente IMC inferiore a 16,5 si è in sottopeso, normopeso se il valore è intorno al 25 di sovrappeso o addirittura obesità nel caso in cui il valore IMC superi i 30.

Sembra tutto estremamente semplice, che a volte ci si chiede perchè sia così importante la tabella sovrappeso. Beh tra poco chiariremo anche questo.

I limiti dell’IMC

Eccoci qua, sarebbe tutto semplice se non fosse che la tabella per vedere se si è in sovrappeso, per alcuni si fonda su un elemento di valutazione che non sembra essere valido. L’Indice di Massa Corporea è estremamente semplice da utilizzare, lo si potrebbe fare anche da soli.

Ovviamente lo sconsigliamo. Mai mossa fu più sbagliata di quella di procedere alla valutazione del proprio corpo in completa autonomia. 

Per la valutazione della tabella sovrappeso e del proprio posizionamento in essa è di estrema importanza rivolgersi ad uno specialista. La motivazione è piuttosto semplice.

Pur essendo l’IMC un metro di giudizio piuttosto affidabile, potrebbe non dire il vero. Come abbiamo visto mette in rapporto il peso con l’altezza, peccato che però non tiene in considerazione una serie di aspetti altrettanto importanti. 

Ad esempio non valuta il rapporto tra massa grassa e massa magra. Questo cosa vuol dire? Che se una persona ha una massa magra o meglio dei muscoli molto sviluppati, potrebbe presentare lo stesso IMC di un soggetto in sovrappeso.

Ecco che allora l’inserimento del valore nella tabella sovrappeso non sarebbe veritiera. Uno specialista potrebbe procedere con ulteriore valutazioni per comprendere in che maniera e se vi è il bisogno di intervenire.

Tabella sovrappeso e la lotta tra massa grassa e massa magra

A questo punto ci sembra più che doveroso fare un passo indietro e andare a comprendere quale sia la composizione del corpo e le differenze tra massa grassa e massa magra. Questi due elementi dovrebbero andare a corredo dell’Indice di Massa Corporea, per l’inserimento all’interno della tabella sovrappeso.

  • Massa grassa

Quando si parla di massa grassa del proprio corpo ci si riferisce a tutto ciò che è adipe. Ma questo non vuol dire che sia tutto da buttare.

I meno esperti non sanno che la massa grassa si divide in 2: da una parte di ha il grasso essenziale, dall’altro quello di deposito. Per quel che riguarda il primo, come suggerisce anche il nome, deve essere presente all’interno del corpo.

Il grasso essenziale è quello che garantisce la possibilità al corpo di svolgere le funzioni più banali, come possono essere il respirare o il tenere il cuore in azione. Sembrano azioni che il corpo compie naturalmente, ma se gli viene a mancare l’energia per farlo, potrebbero insorgere dei seri problemi.

Ricordi che in precedenza abbiamo parlato di tabella sottopeso o sovrappeso, ecco proprio a questo ci riferivamo. Il corpo quando è inerte ha bisogno di energia per il metabolismo basale e ciò per lo svolgimento di tutte le sue funzioni biologiche. 

Il grasso essenziale è la riserva di energia indispensabile. Quindi nel momento in cui si contrasta il grasso non si può in alcun modo intervenire su di esso.

Poi abbiamo il grasso di deposito e proprio questo dovrebbe essere valutato dalla tabella sovrappeso. Il grasso di deposito sono gli strati di adipe sottocutanei o intramuscolari che in quantità eccessive mettono in serio pericolo la salute. 

  • Massa magra

Se la massa grassa è la matrigna cattiva, la massa magra è la nostra Cenerentola. La massa magra che sembra avere poco a che fare con la tabella sovrappeso, ma non è così, è tutto ciò che non è adipe.

Quindi in essa troviamo le ossa, i muscoli, i denti, i tessuti e tutto ciò che compone il nostro corpo ma non è grasso. Si tratta di un aspetto molto importante, perchè troppe volte si confonde la massa magra con quella muscolare, ma non è così.

La massa magra è quella che va curata e sviluppata con l’attività fisica. È anche quella che prende energia dalla massa grassa.

Ma è anche la stessa che va in sofferenza nel caso in cui la massa grassa, soprattutto il grasso di deposito aumento in maniera eccessiva. Sul suo rapporto con la massa grassa influiscono però altri fattori, come l’età, il sesso e anche la provenienza geografica. 

Questo è il motivo per cui spesso la valutazione è molto difficile.

L’importanza della tabella sovrappeso

A questo punto come si compone la tabella sovrappeso ci sembra piuttosto chiaro. Forse è il momento di soffermarci sul perchè essa sia così importante.

Come accennato all’inizio del nostro articolo, il sovrappeso può essere un problema. Ci sono fior fior di studi scientifici che provano come il grasso in eccesso metta in sofferenza il nostro corpo.

Innanzitutto ciò che ne risente sono le ossa e la muscolatura. Su di loro grava il peso dell’intero corpo.

Se non si è in peso forma si rischia di essere soggetti ad infiammazioni articolari, alle ossa e a dolori muscolari di qualunque genere. Tutto questo perchè il corpo è sottoposto a un’eccessiva pressione da parte del grasso.

Certo è che le problematiche derivanti dal peso in eccesso e rilevabili dalla tabella sovrappeso non si esauriscono a questo. Tutto il corpo ne risente e corre il rischio che si presentino:

  • problematiche cardiovascolari: ricordiamo che il grasso in eccesso può sedimentarsi sulla parete venosa e creare ostruzioni che nei casi più gravi possono portare a infarti e ictus;
  • patologie polmonari: dovute al grasso addominale che prevede sulle pareti degli organi interni;
  • patologie dovute a squilibri ormonali: problematiche alla tiroide e diabete di tipo II;
  • disturbi del sonno; 
  • problematiche psicologiche: che possono sfociare in ansia, depressione e disturbi alimentari.

Ecco che in tutto questo prospetto la valutazione della tabella sovrappeso è indispensabile per salvaguardare la nostra salute.

Il Peso Forma

In tutto questo e nell’interpretazione della tabella sovrappeso assume estrema importanza il concetto di peso forma. Di cosa si tratta? Lo potremmo definire il range di valori entro cui rimanere per evitare di sottoporre il nostro corpo a rischi per la salute.

I rischi di cui stiamo parlando sono gli stessi elencati poco fa. Spesso si compie un errore molto grave.

Si pensa che il peso forma sia quel peso che si vuole raggiungere per sentirsi più belli. Questa valutazione sta ad indicare una lettura superficiale degli effetti che il sovrappeso può avere sul corpo.

Certo non ci siamo nascosti e in una qualche misura lo abbiamo anche detto. Il sovrappeso è anche una questione estetica.

Non a caso, abbiamo inserito tra le problematiche anche quelle psicologiche, dettate da un non accettarsi quando si è in mezzo agli altri. Ma abbiamo anche visto che i rischi che si corrono sono molto gravi, in alcuni casi, quelli estremi, possono anche portare a una morte precoce.

Insomma il peso forma è l’ago della bilancia che ci permette di sapere quale peso raggiungere per correre  il minor numero di rischi possibile.

Tabella sovrappeso e età

Adesso però soffermiamoci su un altro dei valori di cui l’Indice di Massa Corporea sembra non tener conto: l’età. Ecco abbiamo scritto bene “sembra” perchè non è esattamente così e lo possiamo dimostrare.

Quando si parla in maniera generica di tabella sovrappeso ci si riferisce a valori di persone adulte, che hanno raggiunto il pieno del loro sviluppo. Questo ci sembra abbastanza chiaro.

Poi però i giornali, i media ci dicono che in Italia è in crescita il tasso di obesità infantile. Allora in che maniera si può giudicare lo stato di forma dei propri piccoli?

Esiste la tabella per vedere se si è in sovrappeso bambini. I valori a cui si fa riferimento, in questo caso, vengono chiamati percentili.

Quindi la tabella per vedere se si è in sovrappeso bambini è la stessa che il pediatra utilizza per valutare la crescita del piccolo lungo tutto il percorso di sviluppo. Si tratta di un elemento estremamente importante, che ha assunto un’importanza ancora maggiore alla luce del numero crescente di piccoli affetti da grave sovrappeso. 

La valutazione della tabella sovrappeso sui minori assume un’importanza ancora maggiore, considerando che si parla di soggetti che sono in piena fase di sviluppo. Un peso eccessivo influisce negativamente su tutto questo.

I genitori devono prestare attenzione.

La tabella sovrappeso come spinta al cambio dello stile di vita

Potremmo non vedere la tabella sovrappeso come un nemico, ma piuttosto come un incentivo. Avere la possibilità di valutare il proprio stato di forma, vuol dire avere cura della propria salute.

La tabella sovrappeso dovrebbe essere ciò che spinge ad avere uno stile di vita sana ed equilibrato. Accumulare chili di troppo, per poi costringersi a delle diete squilibrata per perderli velocemente, fa male all’organismo esattamente come il grasso in eccesso. 

Quindi quello di cui tutti hanno bisogno è uno stile di vita sano, con una dieta equilibrata che preveda 5 pasti al giorno, che siano completi e il giusto apporto di: carboidrati, vitamine, minerali, proteine, grassi (buoni), fibre. Certo questo non può bastare, è indispensabile anche il movimento fisico.

Insomma la dieta non è quella per cui devi patire la fame, la dieta è un vero e proprio cambiamento per salvaguardare la propria salute.

La tabella sovrappeso: per concludere

Abbiamo visto come la tabella sovrappeso sia un importante alleato per valutare il proprio stato di salute. Ci sembra a questo punto chiaro che contrastare il sovrappeso non è un semplice capriccio di bellezza, ma la voglia di raggiungere il proprio peso forma e star bene.

Ribadiamo che la valutazione della tabella sovrappeso deve avvenire con il supporto di uno specialista. Qualcuno che sia in grado di non basarsi esclusivamente sui numeri, ma procedere con una valutazione a 360. 

Lo stesso soggetto che poi permetterà anche di valutare la maniera migliore di intervenire e modificare il proprio stile di vita. Senza affidarsi a dieta fai da te, mai efficaci e sempre controproducenti.

Adesso ti salutiamo, ma ti invitiamo a seguirci sul nostro blog e anche sui nostri canali social.

Kilo Shape, il tuo integratore a base di ingredienti naturali quali il The verde, Ginseng e Guaranà per ridurre il senso di stanchezza e gonfiore!