Vitamina D ritenzione idrica: 2 info per te

vitamina D ritenzione idrica

Vitamina D ritenzione idrica quale legame hanno? Troppo spesso sottovalutala la vitamina D per il corpo è giù importante di quello che si pensa.

La ritenzione idrica è un inestetismo molto comune, spesso causato da uno stile di vita non adeguato. Altrettanto frequente è la carenza della vitamina D che a differenza di ciò che molti pensano è contenuta in molti alimenti che andrebbero inseriti nella propria dieta per giovarne dei benefici.

Ma la carenza di vitamina D ritenzione idrica cosa hanno in comune?

Inaspettatamente la carenza di vitamina D porta con se diversi effetti sul corpo, uno dei più evidenti è l’aumento dello strato adiposo. Ma questo vale anche per la ritenzione idrica?

Non sembra chiaro il legame tra i due, quello che è sicuro è che in qualche modo esiste il legame vitamina D ritenzione, ma scopriamo nel dettaglio cosa vuol dire.

Vitamina D ritenzione idrica: da dove vogliamo cominciare?

In questo caso ci troviamo ad affrontare un argomento così articolato che ci sembra quasi difficile comprendere da che punto iniziare. Forse dovremmo innanzitutto conoscere la vitamina D, o la ritenzione idrica? Partiamo in maniera abbastanza semplice, cerchiano di comprendere ne dettaglio cos’è la vitamina D. Essa è conosciuta anche come vitamina del sole.

In realtà non è una vitamina, anche se la si chiama così, piuttosto stiamo parlando di un ormone contenuto nel corpo e che si attiva nel momento in cui il corpo si espone al sole. Non mancano prove scientifiche che sembrano provare come il sole faccia bene alle ossa.

vitamina d e ritenzione idrica

Sembra che sarebbero sufficienti anche solo 10 minuti di esposizione 2 o 3 volte alla settimana, per soddisfare il bisogno del corpo di vitamina D. Questa però in inverno tende ad esaurirsi ed ecco comparire le prime problematiche per via di un basso livello di vitamina D.

Ma quello che ci si chiede è se la vitamina D ritenzione idrica, la prima può essere causa della seconda, ma questo non sembra ancora chiaro. La ritenzione idrica consiste sostanzialmente in un accumulo di liquido e di tossine.

Questi accumulandosi in una certa zona del corpo provoca un gonfiore, un edema. Il peso della ritenzione idrica grava soprattutto sugli arti inferiori. Il risultato? Caviglie gonfie, senso di gambe pesanti, spesso intorpidite. Ebbene sai cos’altro provoca le stesse sensazioni? La carenza di vitamina D.

Ma a cosa serve la vitamina D?

Ritenzione idrica vitamina D, lo avevamo detto che non era un argomento semplice da trattare. Ad ora quello che è certo è che la carenza di vitamina D ritenzione idrica sono due fenomeni che si assomigliano sotto il profilo degli effetti che provocano sul corpo. Ma in qualche modo sono correlate l’una all’altra?

La vitamina D viene sintetizzata dalla pelle quando ci si espone alla luce solare e non solo, anche grazie al consumo di specifici alimenti.

ritenzione idrica e vitamina d

La vitamina D è una sostanza veramente importante per l’organismo e per il suo naturale funzionamento. Sai su cosa la sua assenza incide di più sulla salute di ossa e denti.

Ma questo non è sufficiente, ma vitamina D aiuta a mantenere in salute il sistema immunitario e anche quello nervoso centrale. Infine, elemento che forse ci aiuterà a comprendere la relazione vitamina D ritenzione idrica è che la prima influisce sull’aumento di peso.

Quindi nel momento in cui si decide di intraprendere un percorso che porti alla perdita di peso, è indispensabile valutare bene come e quanto stimolare la sintesi della vitamina D.

Aumento di peso e ritenzione idrica

La carenza di vitamina D può essere causa di aumento di peso. Ecco che allora esiste il legame vitamina D ritenzione idrica. Aspetta non cantare vittoria troppo presto. Forse sei convinta che l’aumento di peso sia collegato alla ritenzione.

Ebbene, dobbiamo sfatare un mito. La carenza di vitamina D nell’organismo porta a un significativo aumento dello strato di adipe. Di conseguenza possiamo dire che fa alzare l’ago della bilancia. Ma la ritenzione idrica è un accumulo di liquidi e di tossine, non di adipe. Allora non esiste nessuna relazione tra vitamina D e ritenzione idrica.

carenza vitamina d ritenzione idrica

Non saltiamo subito a conclusioni sbagliate. La ritenzione idrica, come detto non è certo un aumento di grasso, ma solo di liquidi. Possiamo affermare che la ritenzione idrica non fa ingrassare, al massimo gonfia.

Quello che è vero è che una massa grassa molto sviluppata può essere causa della comparsa della ritenzione idrica. Questo succede perchè il sovrappeso fa in modo che il corpo trattenga liquidi.

Come di dice? Oltre il danno la beffa.

Informazioni utili per te…

Sembra a questo punto chiaro che la relazione vitamina D ritenzione idrica esiste perchè un basso livello di vitamina D porta il corpo ad ingrassare. Il peso eccessivo fa in modo che la ritenzione idrica aumenti. Ma per quale motivo una carenza di vitamina D porta l’individuo ad ingrassare?

Non stupisce sapere che ben l’80% della popolazione italiana soffre di carenza di vitamina D. Ma all’interno di questo 80% quanti sono coloro che sanno con precisione quanti e quali sono le conseguenze di questa carenza.

Innanzitutto come già detto in precedenza essere carente di vitamina D rende difficile perdere i chili di troppo. Inoltre i rischi sono:

  • ansia;
  • attacchi di panico;
  • mancanza di concentrazione;
  • depressione;
  • fragilità alle ossa;
  • muscoli deboli.

La vitamina D è un ormone e come tale agisce, la sua mancanza fa si che aumenti il tessuto adiposo e quindi il peso corporeo e dunque la possibile presenza di ritenzione idrica. Solo integrando la vitamina D con un’alimentazione adeguata, sarà possibile sfruttare il poter brucia grassi dell’ormone, dare una spinta al metabolismo e perdere peso più facilmente.

Ritenzione idrica e vitamina D

Cosa sia la vitamina D e ormai chiaro e che ovviamente svolga lo stesso compito svolto da altri ormoni lo è altrettanto. Che riesce ad eliminare il tessuto adiposo, lo abbiamo chiarito.

Ma che agisce sui livelli di fame te lo abbiamo già detto? Forse no. Ma la vitamina D fa esattamente questo, riesce a regolare i livelli di fame che si rivelano molto alti nei soggetti che manifestano una carezza di vitamina D.

La fame e la spinta ad ingerire cibo è una delle maggiori cause dell’obesità, non a caso spesso gli integratori e i prodotti dimagranti innanzitutto agiscono eliminandola. Ma gli effetti della vitamina D non finiscono qui.

  • Aumenta il testosterone

Il testosterone che tanto per chiarire si trova negli uomini come nelle donne, è l’ormone brucia-grassi per eccellenza. Come se questo non fosse sufficiente, possiamo anche dirti che il testosterone è in grado di migliorare la tonicità muscolare e la massa magra.

Questo ovviamente solo se l’integrazione della vitamina D è abbinato ad attività fisica e una dieta equilibrata.

Ma il testosterone lega vitamina D ritenzione idrica, in che maniera? Ebbene, chi ha livelli bassi di testosterone si espone a un rischio elevato di avere problemi di ritenzione idrica, abbinata al classico inestetismo della pelle buccia d’arancia.

  • Sovrappeso  e carenza cronica di vitamina D

Abbiamo affermato che la carenza di vitamina D determina un aumento di peso, ma è anche vero il contrario e ti spieghiamo cosa vuol dire. Chi è in una situazione di sovrappeso deve fare i conti con una carenza cronica di vitamina D.

Questo lo si deve al fatto che la vitamina D tende a rimanere intrappolata nello strato di adipe e il corpo non riesce a sintetizzarla. Quella appena descritta è una delle motivazioni per cui si devono fare delle analisi del sangue prima di iniziare una dieta e ripeterli per comprendere quanto e come integrarla con prodotti specifici.

  • Depressione

La carenza di vitamina D può avere molti risvolti a livello psichico. Tra di essi, espone al rischio di depressione.

La vitamina D regole l’umore e il benessere di tutto il corpo, questo vale tanto a livello fisico, quanto a quello psichico. Questo ormare regola i livelli di serotonina che se bassi sono anche i responsabili dei disturbi del sonno e del riposo.

I sintomi

Vitamina D ritenzione idrica è un legame che sembra ormai essere chiaro vero? Ma la parte migliore forse ancora non la conosci.

Vitamina D ritenzione idrica possono manifestarsi con gli stessi sintomi. All’inizio di questo nostro post abbiamo affermato che la ritenzione idrica è un accumulo di liquidi e di tossine in alcune sono del corpo.

vitamina d ritenzione idrica

La loro presenza porta a degli edemi, dei gonfiori e questi sono i sintomi più comuni. Ma ci sono molti casi in cui la presenza di ritenzione idrica si traduce in arti doloranti, pesanti, difficili da muovere. 

Allo stesso modo si presenta la carenza di vitamina D. Ecco per quale motivo si può affermare che la carenza di vitamina D ritenzione idrica hanno effetti sul corpo facili da riconoscere.

I sintomi principali per quel che riguarda il bisogno di vitamina D si presentano soprattutto nei momenti in cui l’ormone raggiunge quantità veramente basse. Ecco per quale motivo in molti individui si presenta senza sintomi. 

Ma poi c’è quella piccola parte di persone che presentano:

  • stanchezza ricorrente; 
  • difficoltà nel gestire l’attenzione; 
  • dolore alle ossa; 
  • fratture molto ricorrenti; 
  • muscoli e articolazioni semplici. 

Direi che alcuni di loro sono anche sintomi della ritenzione idrica vero? Allora esiste il legame vitamina D ritenzione idrica.

Carenza vitamina D ritenzione idrica: come agire

La vitamina D può dare ritenzione idrica? No, ma la sua carenza sicuramente sì.

Ma allora per risolvere il legame vitamina D ritenzione idrica è indispensabile innanzitutto cercando di portare un quantitativo di vitamina D all’organismo. Come? Sicuramente partendo dall’alimentazione.

Una dieta equilibrata è sicuramente alla base della salute di tutto l’organismo. Un esperto sarà in grado di consigliarti una dieta che sia su misura per la tua condizione e se lo ritiene opportuno potrà anche prescriverti degli integratori. 

La vitamina D è la vitamina del sole, quindi l’esposizione alla luce diretta del sole è indispensabile, ma deve essere fatta in maniera coscienziosa. Si consiglia in linea generale di fare lunghe passeggiate all’aria aperta. 

Non dimenticare che con il passare degli anni viene meno anche la capacità dell’organismo di sintetizzare tale vitamina. Questo è il motivo per cui negli anziani le percentuali di vitamina D diminuisce.

Evita sempre le ore più calde, tieni in considerazione che sono sufficienti appena 15 minuti di esposizione per immagazzinare una buona quantità di vitamina D. Insomma nonostante le statistiche sembrino dire il contrario, fare il carico quotidiano di vitamina D sembra più semplice di quello che si pensa.

In conclusione…

Arrivare alla fine di questa guida sul legame tra vitamina D ritenzione idrica, non è stato affatto semplice, purtroppo lo dobbiamo ammettere. Abbiamo dovuto contrastare l’idea che tra vitamina D ritenzione idrica non ci sia alcun legame. 

Anzi a dire il vero, c’è qualcuno che sembra affermare che la vitamina D non abbia alcun effetto sull’organismo. La vitamina del sole è più importante di quello che si pensa. 

Essa riesce a garantire la salute delle ossa e dei muscoli, ma inoltre protegge la psiche. La vitamina D è una delle responsabili della produzione di serotonina, in grado di aumentare i livelli di buon umore e scongiurare il rischio di patologie psichiche come la depressione.

Come se questo non bastasse, la vitamina D è responsabile dell’aumento della percentuale di testosterone, ormino responsabile della comparsa della ritenzione idrica. Ed ecco il legame tra le due.

Un basso quantitativo di testosterone, che come detto non colpisce solo gli uomini, ma anche le donne, porta la ritenzione idrica. Allo stesso modo, una carenza di vitamina D può non rendere semplice la perdita di peso ed essere addirittura causa dell’obesità. 

L’obesità a lungo andare porta alla comparsa della ritenzione idrica perchè una percentuale alta di grassi porta l’organismo a trattenere liquidi e questo di riflesso, vuol dire che arriva la ritenzione idrica e la conseguente buccia d’arancia. 

Quindi possiamo concludere dicendo che il corpo resta una macchina perfetta fino a quando non si rompe una sorta di equilibrio che ne regola il funzionamento.

Adesso noi ti salutiamo, ma ricordati di seguirci sul nostro blog e sui nostri canali social

Scopri Kilo Shape e Kilo Shape Plus, i tuoi integratori a base di ingredienti naturali per ridurre il senso di gonfiore e prevenire gli inestetismi della cellulite.

Kilo Shape – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €
CarrelloX
Il tuo carrello è vuoto